Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Ciao Gabrielle, grazie per aver accettato il nostro invito. Cominciamo dalla prima curiosità che spunta parlando con te. Il tuo nome e il tuo accento tradiscono le tue origini non italiane: di che paese sei e cosa ti ha spinto a muoverti in Italia?

Eccomi! Grazie a te, Riccardo! Sì, infatti sono del Nord-Est del Brasile, ma ormai sono 3 anni che vivo e studio a Firenze. A Recife frequentavo la Facoltà di Comunicazione e Marketing, ma ad un certo punto ho sentito la necessità di seguire un’altra strada. Avendo deciso di studiare Oreficeria a Le Arti Orafe, mi sono trasferita a in Italia e credo proprio di aver fatto la scelta giusta.

Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Sebbene tu sia all'inizio del tuo percorso, si vede già che i tuoi lavori hanno uno stile e un genere ben definito. Da che cosa deriva la tua ispirazione? Che cosa hai portato dal Brasile nella tua arte e in che modo l'Italia ha contaminato il tuo modo di progettare e creare?

Lo stile, forse è l’unica cosa che ho ben definita sin dall’inizio e cerco di essere sempre fedele ad esso, perché dice molto di me. Le mie origini hanno una grande influenza su di me e dopo tre anni in Europa questo è ancora più evidente. Però quando gli stranieri pensano al Brasile, di solito la prima cosa che gli viene in mente è il “samba” ma il mio concetto di paese va molto oltre a questo, la bellezza di quel luogo per me sta nella diversità, nei colori, nella natura. Essendo io una brasiliana un po’ “particolare”, porto una certa sobrietà nel mio stile e cerco di trasmetterla attraverso i miei gioielli, impiegando determinati colori, natura e diversità nei pezzi, giocando con pietre e colorazioni, ma rispettando sempre la mia identità. Una cosa che invece ho acquisito soltanto una volta arrivata in Italia è stata la precisione (o almeno il concetto di essa), posso dire che i miei docenti si sono impegnati abbastanza nel cercare di farmi capire che non tutto è “carnaval” e “caipirinha” e hanno portato una certa serietà al mio modo di lavorare. Scherzi a parte, più che altro mi hanno insegnato che posso essere duttile e flessibile nella progettazione senza che il gioiello perda le caratteristiche volute da me e mantenga la propria personalità.

Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Il design si definisce come la via di conciliazione tra la bellezza e l'utilità (o in questo caso si parla di “indossabilità”) di un oggetto. In che modo unisci le due cose nelle tue opere? Ci sono dei valori personali che traduci in materia utilizzando particolari linee o materiali?

Questa è una domanda difficile! (ahahah) Per me il raporto fra design, bellezza e corpo, cioè l’estetica, è la cosa più importante in un accessorio, ma devo dire che c’ho messo un bel po’ a capire che innanzitutto un pezzo deve essere indossabile e che non tutte le persone si sentono a proprio agio ad usare oggetti grandi e/o pesanti, anche se visualmente leggeri. Le mie creazioni sono molto clean, anche quelle con le pietre o di dimensioni imporanti, portano comunque una leggerezza visuale, cosìcche il protagonismo non si concentra nella gemma, ma nell’armonia tra forma, materiale, colore e decorazione. E grazie alla persistenza dei miei insegnanti, ho imparato ad aggiungere una certa “indossabilità” agli oggetti.

Per me l’importanza di un vero percorso di studi si trova proprio nell’imparare e comprendere, nel trovare un’identità, nelle scoperte, nei valori acquisiti, nella maturità, nella libertà di esprimersi che ci permette una scuola e finalmente nell’insieme di tutto questo: gli artisti/designers che possiamo diventare. Le botteghe artigiane fanno un lavoro particolare nel formare orafi, ma nel mondo di oggi, secondo me, non basta imparare semplicemente le tecniche di lavorazione, bisogna andare oltre, e queste sono cose che impariamo soltanto attraverso l’educazione. Per questo motivo i miei genitori hanno insistito tanto che io studiassi prima di fare qualsiasi altra mossa, e posso dire che avevano ragione.

Avendo detto questo, siccome sono inserita in un ambiente multiculturale e libero da pregiudizi, sono in continua crescita, e ritengo che le mie creazioni sono per tutte le persone, in ogni fase di lavorazione penso alla mia famiglia, ai miei amici e a quelli che partecipano al mio quotidiano. Cerco inoltre di riportare tale principio ai pezzi, rendendoli indossabili da chiunque. Questo processo mi ha portato certi valori e se dovessi citarne uno a cui sempre fedele, potrei affermare che i miei gioielli sono per persone
di qualunque età, etnia o genere.

Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Pensi di continuare la tua esperienza italiana dopo la scuola o hai in mente ambienti creativi diversi? E se tu volessi cambiare, quali di questi ambienti cercheresti e perché?

Firenze è considerata una delle capitali mondiali dell’arte, qui ho trovato contemporaneamente ispirazione, gioia, qualità di vita e stabilità. Ovviamente sono tante le città in cui potrei svolgere (bene) questo lavoro se volessi cambiare, per dirne alcune: Berlino, Monaco di Baviera, San Paolo, Londra o anche in Oriente. Ma se dovessi trasferirmi, credo che andrei a Parigi, le sue peculiarità mi affascinano ed è anche più aperta alla contemporaneità rispetto a Firenze.

Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Hai un motto o una filosofia di vita che ti accompagna nelle piccole grandi scelte di ogni giorno?

Posso dirti che mi impegno molto a non dimenticare la mia essenza, chi ero e quella che sono oggi, rispettando me stessa incondizionatamente tenendo fede ai miei valori in ogni azione, scelta o progetto, sia a livello lavorativo che umano.

Gabrielle Sá - SAV Jewellery
Gabrielle Sá: SAV Jewellery
Gabrielle, grazie infinite per il tuo tempo e le tue risposte. Da parte mio, fotografarti e raccontare per immagini la tua passione è stato un vero piacere. Il tuo volto trasmette una positività e una sicurezza sempre più rare oggi, spero che i tuoi sogni si avverino. Nel frattempo questi ritratti resteranno e ti aspetteranno anche tra molti anni, a testimonianza di chi eri, chi sei e chi sarai.
Gabrielle Sá - SAV Jewellery

Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *