Caterina Sofia

Ciao Caterina! Noi ci conosciamo da un po’ di tempo ormai, e quando ho pensato all’apertura di questo blog, dedicato all’amore per il proprio lavoro, non nascondo che ho pensato subito a te. I nostri lettori adesso si chiederanno perché, ma voglio lasciare che la risposta trapeli dalle tue parole. Passiamo quindi alla prima domanda.

Tu insegni danza. Ma dando un'occhiata al tuo canale Instagram vedo una danza che non riesco a identificare con uno stile già visto. Di cosa si tratta esattamente? Ha un nome questo tipo di ballo? Da cosa e da dove proviene?

Non è semplice definire il tipo di danza delle coreografie che posto sui miei canali. Ho studiato (e studio tutt’ora) diversi stili e tutti condizionano il mio modo di ballare. Devo dire però che la dancehall è la danza che è più preponderante; semplicemente perché è lo stile a cui mi sono appassionata di più.

Senza scendere troppo nei particolari e definendola a grandi linee la dancehall è uno stile urban che nasce in Jamaica la cui particolarità è la presenza di step specifici con un significato ben definito: mi affascina per la carica, l’energia e il senso di condivisione che si possono provare eseguendoli in gruppo.

Caterina Sofia
Come insegnante hai un enorme seguito e so che il tuo attuale corso sta riscuotendo un grandissimo successo, cosa di cui sono estremamente felice, perché so che te la meriti. Ma so anche che la strada di studi che hai seguito non hanno molto a che fare con il ballo. O forse no? Ci parleresti un po' del tuo percorso personale? Quali vie del destino ti hanno portato al tuo attuale lavoro e hai intenzione di continuare i tuoi studi "ufficiali"?

Tortuoso è l’aggettivo che senza dubbio descrive meglio il mio percorso personale, sia quello passato e senza dubbio quello del mio futuro prossimo.

Mi sono laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche all’università di Firenze. Durante i 3 anni del corso facevo la pendolare tra Lucca e Firenze; nel mentre lavoravo in un bar e avevo appena iniziato a muovere i miei primi passi nel mondo del fitness. Come si può intuire ero piena di cose da fare e non avevo il tempo materiale per seguire un corso di danza durante la settimana. Così ho cominciato a fare su e giù per l’Italia seguendo tutti gli stage che potevo.

Ho iniziato ad insegnare perché una scuola ha notato la mia dedizione e mi ha dato l’opportunità di aprire il mio primo corso. Credo che non smetterò mai di ringraziarli per questo: se non me lo avessero proposto probabilmente non avrei mai pensato di fare seriamente questo lavoro. Non so se si è intuito ma mi piace molto spaziare, sono una persona fondamentalmente curiosa e in pentola bollono tanti progetti, a livello di formazione posso svelarti che a breve inizierò un master in comunicazione e marketing.

Caterina Sofia
Caterina Sofia
Se c'è una cosa che sto imparando con questa serie di interviste è che la sola passione per quello che si fa non basta per ottenere un successo come il tuo. Quale pensi che sia il tuo "ingrediente segreto", il pizzico di magia per fare il tanto desiderato salto di qualità?

Sarò sincera, questa domanda mi mette piuttosto in difficoltà, perché non credo di avere chi sa quale successo e/o di aver fatto il salto di qualità. Non mi reputo assolutamente un guru, anzi, mi sento molto vicina alle mie allieve, capisco i disagi e le gioie immense che si possono provare durante un corso di danza. In fondo anch’io, come loro, sto ancora studiando.

Devo però riconoscere che quest’anno si sono avvicinate molte più ragazze di quello che speravo tanto che io stessa me ne sono chiesta il perché più di una volta. Non riuscendomi a dare una risposta specifica ho chiesto dei feedback direttamente a loro: è stata la cosa migliore che io abbia mai fatto! Ho scoperto che ciò che piace di più è l’atmosfera, l’energia che si crea in sala e lo stare insieme imparando senza sentirsi giudicati. Il fatto che ciascuna di loro, me compresa, si senta “parte” di un gruppo e mai “al di sopra” di nessuno… Ecco, credo sia questo costituisca la nostra magia.

Caterina Sofia
Caterina Sofia
Al di là dell'aspetto professionale, cosa rappresenta la danza per te? Come ti accompagna il concetto di ballo nelle vicissitudini quotidiane?

Se le mie gambe ballassero quanto balla la mia mente credo che avrei serie difficoltà a trovare le forze per alzarmi dalla sedia! L’ispirazione riesco a trovarla anche nelle cose più stupide. Mi è capitato di avere idee in momenti cosi assurdi che per non dimenticarmene ho iniziato a girare con un blocco note nello zaino per prendere appunti.

Non sempre si tratta della danza intesa come movimento: spesso sono anche, in senso lato, i modi in cui posso far fare alle mie allieve esperienze attraverso essa. La danza per me è il canale con cui posso esprimere liberamente tutte le mie personalità ed è questo che mi piacerebbe che le ragazze che mi seguono riuscissero a provare. Quando balliamo possiamo essere chiunque, donne forti, sensuali, aggressive o sentimentali, ma rispettando sempre noi stesse: è una libertà che poche attività sanno darti.

Caterina Sofia
Caterina Sofia
Caterina Sofia
Caterina Sofia
Caterina Sofia
Caterina Sofia
Caterina, siamo arrivati in fondo a questa intervista, ma qualcosa mi dice che nel giro di poco tempo la tua vita sarà costellata di belle novità. Talmente tante, forse, da giustificare una seconda intervista, chissà! A chiusura dell'articolo lascio i tuoi riferimenti ufficiali perché chiunque sia interessato alle tue iniziative ti possa seguire. Grazie ancora del tuo tempo e alla prossima!
Caterina Sofia
Caterina Sofia
Caterina Sofia
Caterina Sofia

Condividi l'articolo!

One Comment

  • Tutto questo è un ulteriore prova di quanto ti stia dicendo da quando ti conosco. Brava well done and Keep going. Un bacio

Rispondi a Edoardo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *